E’ a Piacenza il primato regionale degli studenti che frequentano i licei.

Lo rendono noto i dati appena pubblicati dall’Ufficio Regionale del MIUR relativi al totale degli alunni che frequentano nel corrente anno scolastico le scuole superiori statali in regione.

A Piacenza i liceali sono al 47,1 % dei totale studenti con un incremento di quasi un punto percentuale rispetto al precedente anno scolastico.

Siamo sopra la media regionale di oltre 5 punti (42,1%) mentre ci sono province della nostra regione con livelli decisamente inferiori di licealizzazione: Reggio Emilia (37,4%), Ravenna (39%), Modena (39,8%).

Più allineato al dato regionale è la percentuale di studenti piacentini che frequenta un istituto tecnico: 32,8 % contro un 34,6% regionale e una distribuzione abbastanza omogenea tra le province.

Nei professionali invece riemergono forti differenze sul base regionale: Piacenza registra un modesto 20% mentre Ravenna supera il 25% e Reggio Emilia arriva a un significativo 31,1 %.

foto-studenti

In sintesi Piacenza, nonostante dati molto lusinghieri sugli sbocchi occupazionali post diploma nelle scuole tecniche e professionali, conferma la sua relativa allergia a questi percorsi di studi, preferendo il brand liceale ritenuto da tanti più “prestigioso” e gratificante.

Interessante anche la lettura dei dati per ciò che concerne la suddivisione interna degli indirizzi di studi nei tra grandi ceppi.

Tra i licei prevale lo scientifico che a Piacenza da solo raccoglie, in cinque diversi istituti, oltre il 21 % degli studenti totali (record regionale) mentre risulta particolarmente basso il dato del classico che è al 2,8% del totale piacentino contro un bel 5% dei cugini a Parma.

Nella classifica dei tecnici a Piacenza prevale l’ex-ragioneria che oggi si chiama Amministrazione, Finanza e Marketing (11,6%) anche se l’aggregazione più robusta è rappresentata dagli ex ITI (13,6%) che oggi raccolgono una costellazione di indirizzi: meccanica e meccatronica (5,5%), informatica (4,1%), elettrotecnica ed elettronica (3%), chimica (1%).

Colpisce che, pur essendo Piacenza un nevralgico polo logistico regionale, manchino totalmente iscritti all’indirizzo di logistica che, ad esempio a Forlì-Cesena, supera il 3% degli iscritti totali con quasi 600 studenti frequentanti.

Nei professionali Piacenza è in posizione avanzata solo per gli alberghieri (7,3 %) tanto da essere prima in Emilia con dati più alti solo in Romagna.

Colpisce invece negativamente la contraddizione tra una vocazione manifatturiera del nostro territorio e la percentuale bassa di studenti nei professionali industria e artigianato.

Solo un modesto 2,9% degli studenti piacentini si prepara ad operare nelle nostre aziende meccaniche, meccatroniche o elettroniche. Percentualmente sono circa un quarto di quelli modenesi (11,2%) e un terzo di quelli reggiani (8,2%).

Il File completo con tutti i dati pubblicati dall'Ufficio Scolastico Regionale (USR) dell'Emilia Romagna e relativi all'Offerta formativa della scuola secondaria di II grado (16_17 5 Offerta formativa scuola secondaria di II grado.pdf) può essere scaricato al seguente link:

http://istruzioneer.it/i-dati-della-scuola-in-emilia-romagna/fact-sheet/


Pubblicata il 30 dicembre 2016