Adotta1

"Adotta una classe": gli studenti del Marconi posano i mattoni per il futuro

L'Iniziativa ha visto coinvolte la classe quinta chimici dell'ISII Marconi e l'azienda piacentina Cementirossi, importante punto di riferimento nell'ambito della produzione di cementi per il Nord Italia

Adotta2

Progetto "Adotta una classe": una grande opportunità per gli studenti. Si è concluda lunedì 29 maggio l'iniziativa che ha visto coinvolte la classe quinta chimici dell'ISII Marconi e l'azienda piacentina Cementirossi, importante punto di riferimento nell'ambtlo della produzione di cementi per il Nord Italia. Il progetto, che ha visto luce nell'anno 2014/2015 si è rivelato molto importante per gli alunni, che hanno potuto osservare e toccare con mano la realtà e gli standard lavorativi dell'azienda, confrontandosi con il tipo di lavoro che potrebbero essere chiamati a svolgere, una volta ottenuto il diploma.

L'azienda ha dlmostrato una grande disponibilità nei confronti dei ragazzi, sia per il tipo di lavoro svolto presso la loro sede, che per il materiale messo a disposizione degli studenti nel laboratorio scolastico. Lo stesso Zanardi responsabile del laboratorio chimico aziendale, si è reso disponibile per vari approfondimenti nel laboratorio scolastico. Progetti come questo permettono agli studenti di assumere consapevolezza riguardo il mondo del lavoro ed il proprio futuro, furnendo l'ultimo tassello richiesto nel percorso formativo, cioè l'esperienza pratica in azienda, rappresentala sia dal tipo di attività svolte e dalla capacità di adattabilità as esse da parte del lavoratore, che dalla capacità di risoluzione dei problemi, fondamentale nella realtà lavorativa.

Adotta3

Queste caratteristiche sono fornite dalla scuola solo in parte, ed è per questo che iniziative simili sono veramente istruttive per i ragazzi e fondamentali per la loro formazione e la capacità di approcciarsi al mondo del lavoro.

Par gli studenti, questo progetto ha rappresentato anche un'opportunità per aumentare la propria conoscenza del territorio piacentino, riguardo il tipo di lavoro e di competenze richieste nell'ambito chimico.

Per cui hanno potuto comprendere anche alcuni dei possibili sbocchi professionali che il nostro territorio offre. Gli stessi studenti si sono ritenuti largamente soddisfatti del progetto e riconoscenti all'azienda ed a tutto il personale coinvolto per la grande gentilezza e disponibilità, inoltre sperano che questa collaborazione possa continuare ed allargarsi anche ad altre realtà aziendali, in modo da ottenere una visione ancora più completa dell'ambito chimico, presenti nel territorio provinciale e del tipo di attività svolte.

Adotta4

Inoltre al termine dell'incoltro tenutosi per la conclusione del progetto il dottor Zanardi si è detto ampiamente soddisfatto dell'operato di studenti e professori, che sono stati in grado di apprendere e svolgere al meglio le metodiche analitiche dell'azienda e, a loro volta, essersi resi largamente disponibili nei confronti della stessa. Anche Zanardl si augura che la collaborazione possa protrarsi per i prossimi anni e per i nuovi studenti dell'indirizzo chimico.

Da Quotidiano Libertà - 1 giugno 2017

Corrado Natale 5A


Pubblicata il 25 giugno 2016