Borse di studio Prof. Gian Paolo Binelli

Le studentesse più meritevoli dell'ISII Marconi premiate nel ricordo dell'ex preside Binelli

Assegnate le borse di studio destinate dalla famiglia del dirìgente scolastico scomparso

Per otto anni è stato "il presi­de". Oggi Gian Paolo Binelli è an­cora una presenza ricordata all'ISII Marconi grazie alle borse di studio che la famiglia destina da un paio d'anni alle due allieve più meritevoli dell'istituto: ieri mattina così, nell'aula Bedodi, Clarissa Facchini della quinta A chimica e Sofia Civardi della quinta B elettronica hanno rice­vuto il riconoscimento, che am­monta a 250 euro per ogni borsa di studio e che di fatto riconosce l'impegno femminile in una scuola tradizionalmente maschi­le.

Un riconoscimento che innan­zitutto testimonia anche la pas­sione che Binelli mise non sola­mente nella direzione dell'ISII, ma più in generale nel mondo della scuola.

"Noi abbiamo deciso di ricordar­lo così per dare un testimonian­za di quella che è stata la vita di mio marito: una vita tutta dedi­cata alla scuola - ha spiegato la moglie Gianna Arvedi, anche lei ex preside per molti anni del li­ceo Gioia e ieri presente insieme ai figli Chiara e Alessandro e alle nipotine - ci sembrava importan­te per lui, per la scuola e per la cit­tà continuare un percorso che è durato quarant'anni: quattro de­cenni dedicati tutti alla scuola pri­ma come insegnante, poi come amministratore e infine come preside. L'ultimo istituto diretto è stato proprio l'ISII Marconi".

"Gian Paolo Binelli ha rappresen­tato molto in questa scuola - le ha fatto eco l'attuale dirigente scola­stico Mauro Monti - l'ha diretta per otto anni, dal 2004 al 2012. Personalmente lo avevo cono­sciuto quando mi aveva fatto da tutor per il tirocinio da preside e avevo potuto apprezzale il gran­de spessore culturale e la passione che ha sempre messo nella sua attività. Il preside Binelli ha rappresentato tanto per tutta la scuola piacentina perché ha da­to moltissimo all'esperienza del­la direzione scolastica: si è fatto testimone di una cultura e di una passione straordinarie, ma si è anche speso affinchè le scuole fossero capaci di rispondere al meglio alle esigenze dei ragazzi. È stato amministratore pubblico e anche in quel caso la sua atten­zione verso il mondo scolastico non è certo venuta meno".

Ecco dunque la necessità per l'ISII Marconi di ricordare Binelli e di farlo attraverso delle borse di stu­dio riservate alle studentesse: "Questo vuole essere un segnale per le ragazze dell'importanza di scegliere degli istituti di tipo tec­nico non tradizionalmente pen­sati al femminile", ha fatto nota­re l'ex preside Arvedi.

Betty Paraboschi

Dal quotidiano Libertà 7 aprile 2018

binelli2

Guarda il servizio di Telelibertà dedicato all'evento:


Pubblicata il 08 marzo 2017