Lavoro sempre più digitale, ma gli stage restano essenziali

Duecento studenti hanno partecipato all'evento nell'aula magna dell'ISII Marconi

II mondo del lavoro sta cambiando in fretta, sarà sempre più digitale e dominato dall'automatizzazione. I giovani di oggi devono adeguarsi già da ora facendo esperienza diretta in aziende Io-calie armandosi di tanta fantasia per cogliere le opportunità che offrirà il progresso tecnologico.

Sono questi i consigli che hanno appreso i circa 200 studenti delle scuole superiori piacentine che hanno partecipato al convegno "II lavoro che verrà: Industria 4.0. Quale evoluzione perle professioni, le competenze e la formazione", organizzato dalla sezione piacentina della Federazione Maestri del Lavoro d'Italia e tenuto venerdì 12 maggio nell'aula magna delSII Marconi.

Diversi i relatori che hanno affrontato l'argomento, coordinati dall'ex direttore di "Libertà" Gaetano Rizzuto: il rettore dell'Università Bocconi Gianmario Verona (in videointervista), Carlo Tagliaferri del MdL e giàpresidente di Selta con un flash sul contesto economico mondiale, europeo e italiano e cenni sul focus EU sui settori considerati innovativi, il direttore tecnico Jobs Sandro Foletti sul nuovo che avanza e sull'industria 4.0, il presidente di Coldiretti Marco Crotti su Agrifood e servizi, le innovazioni e gli skill del futuro in agricoltura, nel food e nel commercio, e il professore dell'Università Cattolica di Piacenza Paolo Rizzi sulla globalizzazione che abbatte il valore dei prodotti, l'innovazione come arma di recupero del valore e la "servitizzazione" che cambia i modellidibusiness.

Quindi, le considerazioni finali, basati sulla formazione continua come arma fondamentale di difesa del futuro lavorativo, il ruolo dei network tra Università, scuole superiori e mondo del lavoro, il "tweet dei giovani" con le testimonianze di tre ex studenti (Barbara Boselli, Andrea Masseroni e Kristina Simonovska) e le conclusioni affidate al Console Regionale Emilia Romagna MdL Alessandra Castelvetri.

Premiati anche nove studenti piacentini con la "Stella per la Scuola" e Michele Spelta, Alfiere del Lavoro.

Presenti anche il sindaco Paolo Dosi e l'assessore provinciale Annalia Reggiani.

"Non è certamente facile entrare nel mondo del lavoro oggi - ha detto Dosi ai ragazzi - una volta c'erano maggiori sicurezze di trovare un'occupazione, dovete farvi strada con la fantasia".

Un consiglio anche dall'ex studentessa Kristina: "Fare stage in azienda, le esperienze dirette sono moltoimportanti per il proprio futuro".

Ecco alcune immagini del covegno.

maestri2

maestri3

 "Una stella per la scuola"

Premiati nove studenti bravissimi

Hanno incarnato al meglio lo spirito dei Maestri del Lavoro. Eccoli i nove "bravissimi" vincitori della 12a edizione del concorso "Una stella per la Scuola" 2017, promosso dalla Federazione MdL di Piacenza.

Per loro, un riconoscimento e un contributo in denaro. Il primo classificato è Luca Tessitore della classe 5B dell'Istituto alberghiero Raineri-Marcora (600 euro). Secondi a pari merito Lorenzo Paraboschi della 5A dell'lSII Marconi e Simone Mazza della 5SIA del Romagnosi (400 euro a entrambi). Sul gradino più basso del podio a pari merito, Chenoui Alcha della 5SIA Romagnosi e Riccardo Schiaffonati della 5A dell'lSII Marconi (300 euro a entrambi). Premiati anche Arian Alexander Bonvino della 5B del Leonardo Da Vinci, Chiara Frassinetti della 5A del Casali di Castel San Giovanni e Reda Dahquae della 5A del Leonardo Da Vinci (250 euro).

Premio Eccellenza, infine, per Lucio Passerini della 5A dell'Istituto agrario Raineri (600 euro).

"Quest'anno abbiamo fatto 57 incontri in nove istituti superiori di Piacenza e provincia coinvolgendo oltre 2.240 studenti di 126 classi - ha detto il Console Provinciale e Consigliere Nazionale MdL Roberto Girasoli - e, anche grazie al sostegno di enti e aziende piacentine, siamo riusciti a tramandare il sapere di professionisti alle giovani generazioni".

A seguire la foto degli allievi premiati.

Gabriele Faravelli

(Da Quotidiano Libertà sabato 13 maggio 2017)

maestri1

Ulteriori informazioni sul convegno sono disponibili nell'articolo di Renato Passerini pubblicato, in data 12-05-2017, sul quotidiano on-line Il Piacenza consultabile al seguente link:

http://www.ilpiacenza.it/economia/dalla-catena-di-montaggio-alla-produzione-industriale-tutta-automatizzata.html


Pubblicata il 13 maggio 2017