Giovedì 14 Dicembre si è svolto, nell'aula magna G. Modonesi dell'ISII Marconi, un convegno dedicato al tema della Green Economy e degli allevamenti intensivi. Hanno partecipato al convegno gli studenti delle classi 1A, 1Q, 1L, 1 I, 2A, 2G, 2H, 2I, 2L dell'ISII Marconi per un totale di circa 190 alunni.

In apertura dei lavori il Dirigente Scolastico dell'ISII Marconi Prof. Mauro Monti ha rivolto un breve saluto a tutti i partecipanti.

Successivamente sono intervenuti al convegno in qualità di relatori: l'Avv. Elena Baio, vicesindaco del Comune di Piacenza con delega al benessere animale che ha parlato degli allevamenti intensivi e del benessere degli animali in tali allevamenti, Claudio Pomo ed Enrico Scotti, rispettivamente referente e responsabile piacentino dell’Associazione “benessere Animale” che hanno illustrato la vita degli animali negli allevamenti intensivi ed il business legato all’industria animale, nonché le ripercussioni sulla nostra salute.

A seguire alcune immagini del convegno, le interviste di Telelibertà ed il successivo articolo apparso sul quotidiano Libertà.

Metropolitana 1

Metropolitana 2

Metropolitana 3

Metropolitana 4

Metropolitana 5

 

ISII Marconi, la metropolitana leggera ideata dagli studenti

Nell’istituto di via IV Novembre il convegno dedicato alla green economy

Metropolitana

Nuova mobilità per Piacenza? Si studia all’ISII Marconi, dove la seconda A sta progettando un sistema di metropolitana leggera da attivare in tutta la città.

L’idea, nata all’interno delle lezioni del professor Francesco Broglia, è emersa a margine del convegno dedicato alla green economy nel settore dell’allevamento degli animali che si è svolto ieri nell’aula magna dell’istituto e che ha visto intervenire il vicesindaco Elena Baio, il referente dell’associazione “Essere animali” Claudio Pomo insieme al responsabile piacentino Enrico Scotti.

L’incontro si inserisce nell’ambito di un percorso che alcune classi stanno portando avanti insieme alla loro insegnante Mariarita Anselmini sul tema della sostenibilità: la seconda A non a caso sta lavorando su un progetto dedicato alla mobilità cittadina che prevede la realizzazione di una metropolitana leggera.

"L’idea è quella di creare una linea ferroviaria in senso orario e antiorario – hanno spiegato i ragazzi – che permetta anche lo spostamento dei vagoni sulle linee. Per quanto riguarda le fermate, si potrebbe pensare di farle al Cheope, alla stazione, alla Lupa. L’intenzione è quella di ridurre il traffico delle automobili".

Al di là del progetto, l’incontro si è focalizzato sulle questioni della green economy e degli allevamenti intensivi: "Non si tratta di colpevolizzare chi non è vegetariano e santificare chi lo è: occorre eliminare le sofferenze atroci che ancora si trovano a vivere gli animali in alcuni allevamenti – ha dichiarato la vicesindaco Baio – io penso che il futuro sia a favore degli animalisti: stiamo assistendo a una rivoluzione che non si ferma, basti pensare ad alcune sperimentazioni condotte negli Stati Uniti dove una start up sta progettando di ottenere carne prelevando le cellule delle mucche".

Eppure l’occhio di riguardo sull’impatto ambientale per ora sembrano avercelo soprattutto gli under 30: lo hanno evidenziato Pomo e Scotti che hanno fatto notare come "questa sensibilità sia una prerogativa dei millennials". "La sensibilità verso gli animali e il discorso sull’impatto ambientale sono presenti – hanno confermato – ma riguardano soprattutto i giovani. Noi stiamo lavorando molto per sensibilizzare le persone contro gli allevamenti intensivi, organizziamo eventi e manifestazioni, ma è difficile".

Betty Paraboschi

Dal quotidiano Libertà 15-12-2017


Pubblicata il 15 dicembre 2017