Logistic Transport Farm

Giovedì 31 maggio a Parma, presso la sede dell'ITIS Da Vinci, è stato firmato un accordo per la nascita di una rete logistica: presente alla firma per il nostro Istituto era la prof. Bellocchi.

Gli istituti scolastici ITIS Da Vìnci di Parma, IISS "Berenini" di Fidenza e ISII "Marconi" di Pia­cenza, la Fondazione Its per la mobilità sostenibile e la logistica di Piacenza e la Fondazione Itl di Bologna, le aziende parmensi Lanzi Trasporti srl e Sani Trasporti srl e l'azienda piacentina Alberti e Santi srl, l'Unione par­mense degli Industriali e Confin­dustria Piacenza, la Fai Emilia e gli enti di formazione Forpin di Piacenza e Cisita Parma, hanno sottoscritto un accordo di rete di scopo per far nascere il polo tec­nico-professionale "Logistic Transport Farm".

In questo modo, scuole, associazioni confindu­striali e del trasporto, aziende, en­ti di formazione e istituti di specializzazione di Parma e Piacen­za, puntano a fare sinergia per al­lineare la formazione dei profes­sionisti di domani, nell'ambito trasporti e logistica, con le reali esigenze del mercato.

Presso l'ISII Marconi, a partitre da settembre 2018, anche grazie alla nuova rete logistica, sarà attivato un'apposito laboratorio di logistica per la simulazione delle operazioni di carico/scarico di magazzino e sarà disponibile uno specifico software gestionale di trasporti .

rete-logistica

A seguire la rassegna stampa dedidata all'evento dai media locali.

Patto Parma-Piacenza nasce il polo formativo Logistic Transport Farm

L’accordo unisce le due Confindustrie, Aziende e Istituti Tecnici dell'area

"Ancora una volta un ottimo lavoro di squadra per un obiettivo importante nel campo della formazione". Esordisce così il direttore di Confindustria Piacenza Cesare Betti, all’indomani della sottoscrizione di un innovativo protocollo di intesa che coinvolge Associazioni, scuole, aziende ed enti di formazione.

Firmato il protocollo

"La scorsa settimana è stato sottoscritto, come previsto dall’articolo 13 della legge 40 del 2007, un accordo di rete di scopo, per costituire un “Polo tecnico- professionale” sui trasporti e logistica dal nome “Logistic transport farm”. Il progetto nasce da una evidenza: noi abbiamo un importante polo logistico che, tra movimentazione e trasporti, coinvolge oltre mille imprese. Parma ha aziende che producono impianti ad alto valore tecnologico e prodotti alimentari da consegnare in ogni parte del mondo. Per entrambi, è diventata prioritaria l’esigenza di avere operatori sempre più qualificati e in linea con l’evoluzione del mercato".

L’iniziativa ha coinvolto, oltre alle Confindustrie di Piacenza e Parmal’ISII Marconi, l’I.I.S.S. “Berenini” di Fidenza e l’I.T.I.S. “Da Vinci” di Parma con le loro sezioni di logistica; le Fondazioni ITS di Piacenza e la ITL di Bologna, l’azienda Alberti e Santi di Cortemaggiore e le parmensi Lanzi Trasporti e Sani Trasporti e gli enti di formazione For.P.In. e Cisita Parma.

Largo respiro

Tra i firmatari e promotori dell’iniziativa, che rappresenta il punto di partenza di un progetto di largo respiro ed articolato in più fasi, Luca Dall’Olio, direttore Risorse Umane di Alberti e Santi.

"I giovani - spiega - rappresentano il futuro del Paese e della nostra economia, sia locale che nazionale. Al centro abbiamo posto i ragazzi ed i loro valori motivazionali, umani e tecnici. Investire su di essi significa dare al Sistema Paese una prospettiva ambiziosa e globale. In qualità di aziende abbiamo al nostro fianco tre istituti che sono tre eccellenze, pertanto vorremmo che tutte le aziende in cerca di know how logistico e di trasporti, non solo quelle del comparto logistico, ma anche e principalmente quelle commerciali ed industriali, possano guardare a questo progetto con interesse e speranza, certi di trovare capitale umano completo ed ambizioso".

Lavoro interessante

"Ci attende un lavoro molto interessante - conclude Betti. - Le nostre aziende hanno bisogno di tecnici qualificati e le nostre scuole possono darci un grande supporto. Per questo il nostro impegno è crescente. A settembre inaugureremo il laboratorio Promeca per la progettazione meccanica avanzata. Ci auguriamo che tutte queste azioni possano aumentare l’interesse verso il settore da parte dei potenziali studenti e favoriscano l’alternanza scuola – lavoro".

E infine: "Quest’aultimo accordo è aperto e per questo facciamo appello ad altre aziende o soggetti che volessero partecipare all’attività. Vogliamo dare ai ragazzi le migliori opportunità formative e qual è lo strumento migliore se non quello di portare le aziende direttamente in aula ad interagire con loro e con il corpo docente? E’ un’operazione vincente per tutti".

Logistic Transport Farm2 

Da sinistra: Cesare Azzali, direttore di Confindustria Parma, Luca Dall’Olio di Alberti e Santi, Raffaella Bellocchi di ISII Marconi, Cristina Dodici presidente ITS, Antonella Vologni (Forpin) e Cesare Betti, direttore di Confindustria Piacenza

Dal quotidiano Libertà - martedì 5 giugno 2018

Scuole e aziende si alleano per formare operatori della logistica

Patto Piacenza-Parma: coinvolti ISII Marconi, Confindustria e società "Alberti e Santi"

"Logistìc transport farm": è sta­to battezzato così il polo tecnico professionale che "coltiverà" risor­se umane nel campo della logisti­ca. E' appena nato grazie ad un ac­cordo tra scuole, aziende, enti di formazione e Confindustria di Par­ma e Piacenza. Una sinergia per al­lineare la formazione dei profes­sionisti di domani alle esigenze del mercato.

L'accordo è stato siglato tra gli isti­tuti scolastici ISII "Marconi" di Piacenza, IISS "Berenini" di Fidenza e ITIS "Da Vinci" di Parma (scuola capofila), insieme a Fondazione ITS per la mobilità sostenibile e logistica di Piacenza e la Fondazione ITL di Bologna, le aziende parmensi Lanzi Trasporti e Sani Trasporti e l'azienda piacentina Albertì e San­ti, gli Industriali di Parma e Confin­dustria Piacenza, Fai Emilia, Forpin di Piacenza e Cisita Parma.

L'ac­cordo di rete di scopo (definito dall'articolo 13 della legge 40/2007) costituisce il polo tecnico professionale su trasporti e logistica, con l'obiettivo di innalzare la qualità dei servizi formativi, che si declinerà in attività didattiche e corsi di ag­giornamento per il personale del­le istituzioni scolastiche. L'accordo è aperto a aziende o soggetti che volessero partecipare all'attività.

Cesare Betti, direttore di Confindu­stria Piacenza, ha rimarcato: "An­cora una volta un ottimo lavoro di squadra per un obiettivo impor­tante. Dopo la meccanica; il setto­re dei trasporti e della logistica è per Piacenza molto significativo".

Lu­ca Dall'Olio, direttore risorse uma­ne dell'Alberti e Santi ha concluso: "Per noi è motivo di orgoglio esse­re fra i promotori di questa inizia­tiva che pone al centro i giovani. Come aziende abbiamo al nostro fianco tre istituti che sono tre eccel­lenze, pertanto vorremmo che tut­te le aziende in cerca di knowhow (non solo quelle del comparto lo­gistico, ma anche quelle commer­ciali e industriali) guardassero a questo progetto con interesse".

Donata Meneghelli

Dal quotidiano Libertà - sabato 2 giugno 2018

 

Trasporti Un patto con le scuole per il nuovo Polo della logistica

Iniziativa nata dalla collaborazione fra ITIS e Unione parmense degli industriali
Cesare Azzali (Upi): "Iniziativa lodevole che ridà valore alla formazione professionale"

Nel settore trasporti e logistica l’esigenza è avere operatori sempre più qualificati, che sappiano interpretare al meglio le sfide di un mercato in continua evoluzione. Le attività didattiche e di ricerca, la formazione e l’aggiornamento, oltre all’integrazione delle diverse competenze sono al centro dell’accordo di rete per la nascita del Polo tecnico-professionale "Logistic transport farm", un tavolo operativo che coinvolge un’ampia fetta di territorio emiliano, indirizzando le conoscenze acquisite in ambito scolastico verso le reali necessità del mondo del lavoro.

A siglare il patto sono stati l’ITIS Da Vinci di Parma, l’IISS Berenini di Fidenza, l’ISII Marconi di Piacenza, insieme all'Unione parmense degli industriali, a Confindustria Piacenza, alle aziende parmensi Lanzi Trasporti e Sani Trasporti, e quella piacentina Alberti e Santi. Il patto è stato condiviso anche dagli enti di formazione Cisita e For.P.in, dalle fondazioni ITS per la mobilità sostenibile e logistica di Piacenza e ITL di Bologna e infine dalla Fai-Federazione autotrasportatori Italiani Emilia.

L’iniziativa è nata dalla collaborazione avviata nei mesi scorsi tra Upi e Itis Da Vinci che - grazie all’apporto delle aziende Lanzi e Sani e della trentina Sima - ha permesso all’istituto scolastico di dotarsi di un software gestionale, utilizzato dagli studenti dell’indirizzo logistico per esercitarsi nella gestione dei mezzi e delle diverse attività che regolano la vita di un’impresa.

"Partendo da qui, siamo riusciti a coagulare altre forze, aziende ed istituzioni, espressione di territori limitrofi che hanno evidenziato un’ottima capacità di fare sistema", ha spiegato Elisabetta Botti, dirigente scolastica dell’ITIS Da Vinci, scuola capofila del programma.

"Crediamo che questa iniziativa, ancor più lodevole nella misura in cui oltrepassa i confini territoriali, arricchisca l’impegno delle aziende, perché legato alla necessità di restituire valore alla formazione professionale, che è un elemento che rivitalizza la cultura del fare e del saper fare, base del poter essere" ha rimarcato Cesare Azzali, direttore dell’Unione parmense degli industriali, affiancato da Cesare Betti, direttore di Confindustria Piacenza.

"Dobbiamo garantire agli studenti le migliori opportunità formative – ha aggiunto Betti -. Agire, come in questo caso, insieme alle scuole ed agli enti di formazione, rappresenta un’operazione vincente. Non soltanto per le imprese, ma per tutti".

Nell’ambito dell’accordo sono previste attività di orientamento e di promozione del settore trasporti e logistica, ma anche nuovi percorsi di alternanza scuola-lavoro. "Questo percorso rafforzerà il nostro comparto, fornendo agli studenti competenze specialistiche e diversificate, al passo con i tempi" ha commentato Leonardo Lanzi, titolare della Lanzi Trasporti, nonché capoconsulta Trasporti dell'Upi e presidente Fai Emilia.

Dello stesso avviso è Luca Dall’Olio, direttore delle risorse umane della Alberti e Santi di Cortemaggiore. "Al centro di questo programma – ha detto – ci sono i giovani. Investire su di loro significa dare una prospettiva al Paese".

Vittorio Rotolo

Dal quotidiano Gazzetta di Parma - venerdì 1 giugno 2018

 

 Logistic Transport Farm: parte da qui la strada
che apre nuove opportunità di lavoro ai giovani

Prendete come “ingredienti” tre istituti scolastici e due enti di formazione, tre aziende di autotrasporti e due associazioni territoriali di industriali, aggiungete una federazione autotrasportatori e due fondazioni, miscelate aggiungendo un ingrediente condiviso da tutti i “cuochi”, ovvero il desiderio di formare i migliori professionisti del trasporto e della logistica, ed ecco “servito” un nuovo progetto per far viaggiare i giovani di oggi nel lavoro di domani.

Il progetto si chiama Logistic Transport Farm e i “piloti” che lo hanno fatto partire sono i rappresentanti degli istituti scolastici I.T.I.S. “Da Vinci” di Parma, I.I.S.S. “Berenini” di Fidenza, in provincia di Parma, e I.S.I.I. “Marconi” di Piacenza; della Fondazione ITS per la mobilità sostenibile e logistica di Piacenza e della Fondazione ITL di Bologna; delle aziende parmensi Lanzi Trasporti srl e Sani Trasporti srl e dell’azienda piacentina Alberti e Santi Srl; dell’Unione parmense degli industriali e di Confindustria Piacenza; fino agli esponenti di Fai Emilia e degli enti di formazione For.P.In. di Piacenza e Cisita Parma.  Tutti riuniti attorno a un tavolo per accendere, simbolicamente, il semaforo verde e dare il via alla nuova iniziativa, sottoscrivendo “l’accordo di rete di scopo per far nascere il nuovo polo tecnico-professionale battezzato “Logistic Transport Farm”.

Un progetto con il quale scuole, associazioni confindustriali e del trasporto, aziende, enti di formazione e istituti di specializzazione di Parma e Piacenza, “puntano a fare sinergia per allineare la formazione dei professionisti di domani, nell’ambito trasporti e Logistica, con le reali esigenze del mercato”, come hanno sottolineato i relatori. “Parma, con il suo tessuto industriale fatto di aziende che producono impianti ad alto valore tecnologico e prodotti alimentari di qualità da consegnare in ogni parte del mondo, e Piacenza con il suo importante polo logistico che, tra movimentazione e trasporti, coinvolge oltre mille imprese: sono due territori con un’esigenza prioritaria: avere, nel settore trasporti e logistica, operatori sempre più qualificati e in linea con l’evoluzione del mercato.

Ed è proprio attorno a questa comune constatazione che si è raccolto l’interesse di tutti  i protagonisti del progetto per sviluppare azioni indirizzate ad allineare l’offerta formativa delle due province alle esigenze delle aziende del settore trasporti ma anche di quelle che, al loro interno, devono governare efficacemente la supply chain”. L’iniziativa ha preso le mosse dalla positiva collaborazione già attuata a inizio 2018 tra Unione Parmense degli Industriali, ITIS Leonardo da Vinci di Parma, Fai Emilia e le aziende parmensi Lanzi Trasporti e Sani Trasporti e la trentina Sima, che aveva consentito di dotare la scuola di un software gestionale utilizzato dagli studenti dell’indirizzo Logistico per esercitarsi nella gestione dei mezzi e delle altre attività, simulando di fatto l’attività d’impresa.

Forti del successo di questa interazione tra imprese e formazione e allargando il coinvolgimento ad altri soggetti dell’area piacentina, aziende e scuole hanno condiviso alcuni temi di interesse comune e definito un percorso per potenziare l‘attività scolastica a favore degli studenti, allo scopo di curvare la formazione verso le reali necessità del mercato”.  L’accordo è aperto e dunque potrà essere sottoscritto in futuro anche da parte di altre aziende o soggetti che volessero partecipare all’attività.

Dal quotidiano on-line TGCOM24  - giovedì 31 maggio 2018

Altri link dedicati all'evento:

Trasportonlinehttp://www.transportonline.com/dettaglio_news.php?news=43986

Unione parmense degli industrialihttp://www.upi.pr.it/unione-parmense-degli-industriali/Articolo.jsp?cod_argom=AA18C034&tp_argom=36

Il Servizio video di TV Parma

http://www.12tvparma.it/Video/tg-parma---telegiornale/nasce--logistic-trasport-farm---nuova-offerta-pe-1


Pubblicata il 02 giugno 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Approfondisci