Borsa di Studio

Borsa di studio in meccatronica a un super studente dell'ISII Marconi

A Kamalbeer Singh il riconoscimento nazionale intitolato ad Alberto Cocchi per giovani impegnati nella meccanica agraria

In estate tutte le mattine pedalava di buona lena da Fontana Fredda a Carpaneto per raggiungere il concessionario agricolo Devoti e così sostenere le duecento ore di formazione in meccanica agricola. E’ uno studente bravo e determinato Kamalbeer Singh, indiano sikh, arrivato nel Piacentino a soli cinque anni, con alle spalle un brillante percorso di studi all’ISII Marconi di Piacenza.

E’ lui ad aver vinto la borsa di studio intitolata alla memoria di Alberto Cocchi, davanti ad un altro vincitore Mauro Pierrotti, studente del IV anno dell’Iis Cassata Gattapone di Gubbio. La premiazione si è svolta durante la fiera Eima di Bologna. "E’ un obiettivo di cui vado orgoglioso - ci dice - e lo vedo come trampolino di lancio, una motivazione in più, la mia passione ce l’ho dentro, non imparare qualcosa per me è come un’opportunità persa".

Alberto Cocchi ha trascorso la sua carriera lavorativa nel settore della distribuzione delle macchine agricole con ruoli dirigenziali e ha lavorato alla Massey Ferguson Landini a Reggiolo. La moglie piacentina, professoressa Brunetta Schiaffonati, nell’assicurare che la borsa di studio di 5mila euro proseguirà per almeno 5 anni, ricorda di Cocchi la lungimiranza "aveva capito che la scuola è stata cieca sull’avanzamento tecnologico del settore".

Negli istituti tecnici e agrari è mancata la meccatronica come materia di studio. Cocchi si è battuto, andando al ministero a Roma e in varie scuole per incentivare un aggiornamento in questa direzione formativa. La condi zione delle borse di studio è duplice: la qualità dello studente, il fatto di provenire da famiglie non abbienti e l’impegno a seguire durante l’estate 200 ore di formazione meccatronica presso concessionari di macchine agricole.

"Di Singh i professori dicono che è un fuoriclasse - spiega Schiaffonati - ora studia ingegneria meccanica al Politecnico". Un ringraziamento va al professor Giuseppe Maini dell’ISII per il suo apporto collaborativo. Con le borse di studio "abbiamo realizzato un sogno di Alberto per incentivare proprio l’insegnamento di meccanica agraria, meccatronica e informatica in un mondo ormai affamato di nuovo figure con elevate competenze".

_pat.sof.

Dal quotidiano Libertà - Martedì 26 ottobre 2021