Career Day dell'ISII

Lunedì 23 maggio 2022 si è svolto con successo il primo Career Day dell'ISII Marconi, realizzato dal nostro Istituto con la collaborazione di ISII Group e con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano, a cui hanno partecipato 90 aziende del territorio piacentino e delle province limitrofe. Nel seguito sono  riportati gli articoli ed i servizi televisivi dedicati all'evento, apparsi sui media locali.

ISII Marconi, 90 aziende per i colloqui. “Primo requisito: voglia di lavorare”

Il primo requisito è “che abbiano voglia di lavorare”. Lo chiedono le novanta aziende che hanno abbandonato fabbriche e uffici per entrare in classe. Nello specifico sono quelle dell’ISII Marconi, dove circa 350 studenti delle quarte e quinte hanno incontrato gli imprenditori nel primo Career Day della scuola: hanno presentato i loro curricula, hanno fatto domande sulle attività, sui requisiti richiesti.

Il primo, lo fa presente senza incertezze Orazio Dodi del gruppo Allied, è “che abbiano voglia di lavorare”: “Cerchiamo giovani che ci tengano a lavorare per delle aziende produttive, che non si facciano spaventare se devono lavorare in officina, che abbiano interesse verso la realtà degli acciai in cui noi operiamo – spiega – e che sappiano bene l’inglese. Non sono requisiti semplici da trovare, li hanno in pochissimi”. Emanuele Forni ne aggiunge anche altri due: “Flessibilità e passione: in un lavoro sono fondamentali” spiega.

I ragazzi nel frattempo entrano in gruppi: “Li abbiamo aiutati a preparare il curriculum – spiega la docente referente Raffaella Bellocchi – questo è il primo Career day che organizziamo come scuola: l’idea era nata prima della pandemia, ma solo adesso siamo riusciti a realizzarla”.

Redazione del quotidiano Libertà on-line - Lunedì 23 maggio 2022

Servizio di Telelibertà dedicato al Career Day dell'ISII

Il lavoro bussa a scuola la caccia delle imprese: tecnici, più che laureati

Il primo Career Day all’ISII Marconi: 90 imprese a colloquio con 350 studenti del quarto e quinto anno per attrarre personale

Il primo requisito è "che abbiano voglia di lavorare". Lo chiedono le novanta aziende che ieri hanno abbandonato fabbriche e uffici per entrare in classe. Nello specifico sono quelle dell’Isii Marconi, dove circa 350 studenti delle classi quarte e quinte hanno incontrato gli imprenditori nel primo Career Day della scuola: hanno presentato i loro curricula, hanno fatto domande sulle attività, sui requisiti richiesti. Il primo, lo fa presente senza incertezze Orazio Dodi del gruppo Allied, è "che abbiano voglia di lavorare": "Cerchiamo giovani che ci tengano a lavorare per delle aziende produttive, che non si facciano spaventare se devono lavorare in officina, che abbiano interesse verso la realtà degli acciai in cui noi operiamo - spiega - e che sappiano bene l’inglese. Non sono requisiti semplici da trovare, li hanno in pochissimi". Emanuele Forni ne aggiunge anche altri due: "Flessibilità e passione: in un lavoro sono fondamentali", spiega.

I ragazzi nel frattempo entrano in gruppi: "Li abbiamo aiutati a preparare il curriculum - spiega la docente referente Raffaella Bellocchi - questo è il primo Career day che organizziamo come scuola: l’idea era nata prima della pandemia, ma solo adesso siamo riusciti a realizzarla. I nostri ragazzi nel triennio devono fare 400 ore di alternanza scuola-lavoro: per loro è un modo per capire quale strada desiderino intraprendere, non è sempre facile. Vero è però che le aziende oggi sono molto interessate a giovani specializzati nei settori della meccatronica e dell’automazione e in certi casi cercano più periti che non laureati". Come Bolzoni che conferma di essere interessata all’inserimento di periti meccanici e logistici: "Li cerchiamo volenterosi e con delle competenze tecniche" conferma Chiara Scotti.

Anche per Xella, azienda attiva nel settore edilizio, le competenze tecniche sono un requisito fondamentale: "Ma va aggiunto anche il desiderio di intraprendere questa attività" fa presente Roberta Arrigoni. Insieme a lei Salvatore Augello: "Questi ragazzi si trovano a vivere un momento determinante, quello della scelta del loro futuro, e hanno la possibilità di mettere in pratica le nozioni che hanno imparato", commenta.

A fargli eco è anche Gian Luca Andrina, in rappresentanza di ISII Group, la realtà che raggruppa gli ex studenti del Marconi: "Da diverso tempo cerchiamo di mettere in collegamento il mondo della scuola con quello del lavoro - spiega - cerchiamo di orientare i ragazzi nel trovare la collocazione giusta". Collocazione che non sempre è chiara agli stessi studenti: "Non so quanto mi sento pronto ad affrontare il mondo del lavoro", spiega Luca Guarnieri, informatico della 5H, mentre il suo compagno di classe Manuel Ragalli vorrebbe dedicarsi al design.

_ Betty Paraboschi

Dal quotidiano Libertà - Martedì 24 maggio 2022

Studenti e aziende si incontrano al Career Day al Marconi

Studenti e aziende si incontrano al Career Day dell’ISII Marconi. Un’iniziativa fortemente voluta dall’istituto e dall’associazione di ex studenti ISII Group. “Questa idea era nata prima del covid – spiega la professoressa Raffaella Bellocchi, referente PTCO e delle attività di stage nelle aziende del Marconi -, ed era rimasta nel cassetto durante la pandemia. Appena le condizioni ce lo hanno concesso, siamo ripartiti, mettendo in piedi un’organizzazione impegnativa. Attraverso questa giornata, che abbiamo voluto chiamare Career Day, abbiamo cercato di dare una risposta all’esigenza, espressa in maniera molto decisa dalle aziende del territorio, di poter incontrare i nostri ragazzi in procinto di diplomarsi. Al tempo stesso, però, rispondiamo all’esigenza che la stessa scuola di far capire agli studenti cosa cercano le imprese, quali siano le loro possibilità di impiego, quali mansioni il mondo del lavoro riservi a loro e quanto il mondo del lavoro li stia cercando”.

Sono infatti tantissime le richieste di diplomati da parte di aziende del territorio di Piacenza, e il pomeriggio del 23 maggio è sicuramente servito a far incrociare l’offerta e la richiesta di lavoro. All’ISII Marconi erano presenti oltre 80 aziende del territorio, con posizioni aperte nei vari settori di specializzazione, pronte a fornire ai ragazzi notizie su sbocchi occupazionali e a raccogliere le loro candidature. A completare le informazioni sull’offerta post diploma anche le università del territorio e la formazione tecnica superiore con ITS e IFTS.

“Iniziative come queste sono importantissime. Proprio in questo periodo, due anni fa nel pieno del covid, avevamo fatto un incontro con i ragazzi delle quinte, per cercare di motivarli – ricorda Francesco Rolleri, presidente di Confindustria Piacenza, presente al Career Day insieme al direttore Luca Groppi -. A loro abbiamo detto che erano molto importanti per il futuro delle nostre aziende: la mancanza di personale sta limitando la nostra crescita sul mercato internazionale. Vedere una così grande partecipazione delle aziende, qui all’ISII Marconi per presentarsi e attirare giovani tecnici, dà molta soddisfazione”.

“Il costante contatto con le aziende, reso possibile grazie a Confindustria che è tra i nostri fondatori, è fondamentale – sottolinea il presidente di ISII Group Gian Luca Andrina, accanto al fondatore del gruppo Maurizio Pavesi -. Il nostro obiettivo è di agevolare l’orientamento scolastico dei giovani e favorire, dopo il diploma, il loro ingresso nel mondo del lavoro. L’Isii Marconi negli ultimi due anni è risultato essere al primo posto, a Piacenza, per numero di iscritti. E’ un risultato importante, perché inizia a passare il messaggio che questa scuola garantisce uno sbocco occupazionale per i propri studenti”. “Siamo un gruppo giovane – aggiunge il vice presidente Lorenzo Labò -, composto da manager che lavorano in aziende piacentine e non solo, ma anche in Italia e all’estero. Il nostro scopo è quello di aiutare i ragazzi, in maniera assolutamente gratuita, ad orientarsi nel mondo del lavoro, e proprio per questo, lo scorso anno abbiamo deciso di diventare un’associazione. Tra i nostri obiettivi c’è anche quello di abbattere il pregiudizio, che vede questo tipo di studi e di lavoro come una prerogativa dei ragazzi e non delle ragazze. La formazione tecnica non è una prerogativa maschile: non a caso anche nella nostra associazione sono presenti tante donne, che vogliono portare proprio questo messaggio”.

Redazione del quotidiano on-line PiacenzaSera - Martedì 24 maggio 2022

Ottanta aziende piacentine incontrano gli studenti al Marconi

Il primo “Career day” all’Isii Marconi: come soddisfare la “fame” di tecnici sul territorio e preparare il proprio futuro

Oltre 80 aziende del territorio piacentino (oltre ad enti di formazione ed università) che rappresentano diversificati settori produttivi, hanno partecipato al Career day organizzato per la prima volta all’ISII “Marconi” in collaborazione con ISII Group (l’associazione che riunisce molti manager ex diplomati della scuola), in collaborazione con la Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Una risposta, attraverso questa iniziativa, alla sempre più pressante esigenza delle aziende del territorio di tecnici preparati da inserire all’interno dei comparti lavorativi; la presenza di tante aziende è stata promossa per fornire ai ragazzi tutte le possibili informazioni sugli sbocchi occupazionali offerti e per raccogliere le loro candidature, ma soprattutto per far loro comprendere le necessità delle imprese, ovvero le mansioni che sono loro riservate.

E per completare le informazioni sull’offerta post diploma hanno partecipato anche le Università del territorio e la formazione tecnica superiore con ITS e IFTS, ovvero “Istruzione Formazione Tecnica Superiore”, l’offerta formativa post diploma presente nel nostro territorio.

L’iniziativa era rivolta agli allievi del triennio, ma hanno partecipato anche ragazzi delle prime classi «con lo scopo - ha spiegato il vice presidente di ISII Group Lorenzo Labò - di potersi già orientare nella scelta degli indirizzi offerti dalla scuola.  Il nostro gruppo (di cui è presidente Gian Luca Andrina e presidente onorario il fondatore del gruppo, il prof. Maurizio Pavesi) si è da poco costituito in associazione; ne fanno parte numerosi ex allievi, oggi manager che lavorano in aziende piacentine, ma anche in Italia e all’estero.

Il nostro scopo principale è quello di aiutare i ragazzi, tramite le nostre esperienze, ad orientarsi nel mondo del lavoro. Tra i nostri obiettivi c’è anche quello di superare l’errata credenza che questo tipo di studi e di lavoro sia una prerogativa maschile; non a caso nella nostra associazione sono presenti numerose donne, che vogliono infondere questo tipo di messaggio. Il nostro obiettivo è di agevolare l’orientamento scolastico dei giovani e favorire, dopo il diploma, il loro ingresso nelle aziende.

L’ISII Marconi negli ultimi due anni è risultato ssere al primo posto, a Piacenza, per numero di iscritti. E’ un risultato importante, perché inizia a passare il messaggio che questa scuola garantisce uno sbocco occupazionale per i propri studenti».

Un’iniziativa dunque di grande attualità che conferma la stretta sinergia tra mondo produttivo e formazione, come del resto dovrebbe essere, perché è essenziale per il futuro delle aziende stesse.

Giuseppe Romagnoli

Dal quotidiano on line IlPiacenza - Martedì 24 maggio 2022