Nuovo defibrillatore a scuola

Martedì 5 ottobre è stato donato al nostro istituto il nuovo defibrillatore che sarà a disposizione nei locali antistanti la segreteria, tra i più frequentati della scuola. A  consegnarlo nelle mani del Dirigente Scolastico, Adriana Santoro, è l'associazione di volontariato Anteas Piacenza onlus (espressione della federazione pensionati della Cisl). Il dispositivo sarà integrato nella rete salvavita gestita dal 118.

A seguire gli articoli dei quotidiani locali relativi all'evento:

All’ISII Marconi un defibrillatore donato da Anteas

Collocato in segreteria si aggiunge a quelli presenti nelle palestre

Sono circa 2.000 le persone che ogni giorno vanno all’istituto di istruzione superiore statale Guglielmo Marconi di via IV novembre. Studenti, personale scolastico, ma anche genitori, fornitori e altri cittadini. A vantaggio di tutti loro, è ora più completa e adeguata la cardioprotezione della scuola, dato che ai defibrillatori già presenti nelle palestre si è aggiunto un nuovo dispositivo che è stato installato nei locali della segreteria, tra quelli maggiormente frequentati.
Lo ha messo a disposizione gratuitamente l’associazione di volontariato Anteas Piacenza onlus, sviluppatasi nell’ambito della Fnp Cisl, la federazione dei pensionati del sindacato di via Pietro Cella. Alla donazione, avvenuta pochi giorni fa, era presente la nuova dirigente dell’Istituto superiore, Adriana Santoro.
E’ da tempo che Anteas contribuisce al successo del Progetto Vita, questo è il diciannovesimo defibrillatore offerto alla comunità locale. Le ragioni d’essere dell’Associazione nazionale terza età attiva e solidale, risultano più che mai attuali: "Qui pensiamo a fare cose concrete, piccole o grandi che siano, sempre espresse in un ambito a noi prossimo - spiega il presidente Anteas di Piacenza, Giuseppe Tamborlani -, cioè riflettiamo sui bisogni dei piacentini, e poi agiamo per raggiungere le persone, anche collaborando con altri enti".

Dal quotidiano Libertà - martedì 19 ottobre 2021

Anteas Cisl regala un defibrillatore all’ISII Marconi

Sono circa 2000 le persone che ogni giorno si recano presso l’istituto di istruzione superiore statale Guglielmo Marconi di via IV novembre a Piacenza. Studenti, personale scolastico, ma anche genitori, fornitori e altri cittadini.

A vantaggio di tutti loro, è ora più completa e adeguata la cardioprotezione della scuola: ai defibrillatori già presenti presso le palestre si è aggiunto infatti un nuovo dispositivo che è stato installato presso i locali della segreteria, tra quelli maggiormente frequentati. Lo ha messo a disposizione gratuitamente l’associazione di volontariato Anteas Piacenza onlus, sviluppatasi nell’ambito della FNP Cisl, la federazione dei pensionati del sindacato di via Pietro Cella. Alla donazione, avvenuta pochi giorni fa, era presente la nuova dirigente dell’Istituto superiore, professoressa Adriana Santoro. E’ da tempo che Anteas contribuisce al successo del Progetto Vita, questo è il diciannovesimo defibrillatore offerto alla comunità locale. Le ragioni d’essere dell’Associazione Nazionale Terza Età Attiva e Solidale, risultano più che mai attuali: “Qui pensiamo a fare cose concrete, piccole o grandi che siano, sempre espresse in un ambito a noi prossimo – spiega il presidente Anteas di Piacenza, Giuseppe Tamborlani -, cioè riflettiamo sui bisogni dei piacentini, e poi agiamo per raggiungere le persone, anche collaborando con altri enti”

L’associazione di volontariato Anteas di Piacenza è accreditata dalla Agenzia delle Entrate per ricevere il 5 per mille in occasione della dichiarazione dei redditi. Sostenere Anteas onlus Piacenza è semplice: basta firmare in occasione della propria dichiarazione dei redditi nell’apposito riquadro e riportare nell’apposito spazio il codice dell’organizzazione (è 91061980339). “Una scelta – sottolinea da parte sua il vicepresidente Anteas Ernesto Catino -, che, a chi la compie, non costa neppure un euro di più, ma che è preziosa per noi e per il territorio piacentino”. Invece per aderire ad Anteas è sufficiente mandare una mail a: anteaspiacenza@libero.it.

Dal quotidiano online Piacenza Sera - lunedì 18 ottobre 2021