:title:

La deliberazione del Consiglio per l’assegnazione dei voti e l’ammissione o la non ammissione alla classe successiva dovrà essere motivata in relazione a:

- Voti assegnati per le singole discipline e quindi conoscenze e competenze acquisite

- Numero e gravità delle insufficienze

- Risultati conseguiti nelle attività di recupero ed effettive possibilità di colmare le lacune riscontrate

- Risultati particolarmente positivi in alcune discipline

- Dinamica del rendimento nel corso dell’anno scolastico ed evoluzione delle prestazioni

- Miglioramento conseguito in termini di differenza tra il livello di partenza e finale

- Possibilità dell’alunno di raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline e di seguire proficuamente il percorso di studi nell’anno scolastico successivo

- Elementi extracognitivi quali impegno, partecipazione , frequenza, ecc.

- Curriculum scolastico, con particolare riferimento, per specifiche discipline, ad eventuali carenze accumulate

Il Consiglio di classe, dopo attenta valutazione dei parametri indicati e di ogni altro elemento ritenuto utile per la valutazione complessiva dello studente assegnerà i voti.

Si darà immediatamente luogo alla ammissione alla classe successiva in presenza di proposte tutte almeno sufficienti. Il voto di condotta insufficiente è condizione che, da sola, determina la non ammissione

- Qualora i risultati non raggiungano la sufficienza in una o più discipline, per decidere l’ammissione alla classe successiva, il Consiglio attribuisce peso alle insufficienze tenuto conto della loro gravità

- Qualora si ritenga la situazione recuperabile, il Consiglio procede alla sospensione del giudizio ed alla individuazione delle discipline, di norma al massimo tre, per le quali l’alunno dovrà frequentare corsi di recupero estivi organizzati dall’Istituto o raggiungere autonomamente gli obiettivi formativi fissati dai docenti.

Saranno tenuti in considerazione anche:

- eventuali motivi di salute o di disagio psicologico che hanno influito sul rendimento scolastico

- carenze nelle materie di indirizzo per gli studenti che provengono da altro percorso scolastico, in considerazione delle disposizioni sul diritto alla istruzione e sulla necessità di facilitare i passaggi tra diversi tipi ed indirizzi di studio

Se non sussistono le condizioni per le quali l’alunno sia in grado di raggiungere gli obiettivi formativi o necessiti di interventi di recupero e di sostegno tali da non essere compatibili con il tempo effettivamente a disposizione o non possieda le conoscenze e le competenze necessarie per poter affrontare con efficacia lo studio nell’anno successivo, il consiglio di classe delibera la non ammissione alla classe successiva.

Le insufficienze sono riferite a qualsiasi materia curricolare e sono oggetto di condivisione e valutazione collegiale.

Alle famiglie degli studenti con valutazione sospesa viene trasmessa apposita scheda con le indicazioni per il recupero estivo obbligatorio e con le modalità per la verifica sul recupero.

I genitori che intendano provvedere privatamente al recupero estivo del figlio dovranno produrre esplicita dichiarazione scritta, impegnandosi a seguire le indicazioni del consiglio di classe.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.