Premio nazionale Galdus

ALL'ISII MARCONI FIORISCE LA POESIA LORENZO SCARPA DANESE,
CLASSE 1N, VINCE LA XIII EDIZIONE DEL PREMIO GALDUS

Per la seconda volta negli ultimi tre anni, un alunno del nostro Istituto ha vinto il Premio nazionale Galdus per poesia, prosa e arte. Si tratta di Lorenzo Scarpa Danese, della classe 1N, che si è classificato primo nella sezione “Poesia”.

L’iniziativa, promossa dalla scuola professionale Galdus di Milano, in partnership con Regione Lombardia, Librerie la Feltrinelli, Prima Effe Feltrinelli per la scuola, ha avuto come tema di questa edizione "L'errore opportuno". L’obiettivo era far riflettere ragazze e ragazzi sul fatto che un errore non è la fine di tutto, ma - anzi - è spesso un’occasione per crescere, imparare, fare nuove scoperte.

Al concorso hanno partecipato oltre duemila studenti di 70 classi delle scuole medie e superiori con laboratori e incontri di letteratura, poesia e arte. La giuria era presieduta dall’illustre poeta milanese Franco Loi e dalla senatrice Liliana Segre. Gli altri esperti della sezione “Poesia” erano Paolo Senna e Massimiliano Mandorlo, poeti, saggisti e collaboratori di diverse case editrici. 

Alla premiazione, svoltasi a Milano il 22 maggio presso l’Auditorium Testori del Palazzo della Regione Lombardia, era presente anche l'assessore Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia: “La libertà umana non può esistere senza libertà di cambiare, e quindi di commettere errori. Noi siamo il risultato di una lunga catena di imperfezioni: sanandone alcune ne riveliamo delle nuove. Commettere errori, quindi, è la chiave della creatività, quando cerchiamo di porvi rimedio, quando osiamo, quando cerchiamo di superare uno dei nostri limiti".

Il tema del concorso è stato oggetto di un laboratorio di scrittura creativa durante la flex week che si è svolta nel nostro Istituto a fine gennaio. Le alunne e gli alunni del corso - tra cui Lorenzo Scarpa Danese - hanno riflettuto sui piccoli e grandi errori della vita attraverso film, documentari e testi letterari e infine hanno messo alla prova la loro creatività elaborando poesie e racconti.

Ecco le parole con cui la giuria ha motivazione la scelta della poesia di Lorenzo Scarpa Danese:

“La poesia si apre con una dichiarazione di sconfitta. Non credo di meritare il perdono: un’espressione che può lasciare attoniti per la tragicità che comunica. L’autore indaga a fondo le conseguenze degli errori compiuti così come i passi storti e malfermi che sono stati percorsi, e contempla il silenzio sordo in cui si muove. È però in questo silenzio che può conoscere a fondo se stesso, portando alla luce l’animo di cristallo. Da questa profonda e rinnovata consapevolezza di sé nasce il bisogno di ripartire, di rinascere: Raccolgo le schegge / Ricompongo il puzzle. L’errore diventa così una grande opportunità di crescita”.

A seguire alcune immagini della premiazione ed il testo della poesia.

scarpa1

scarpa2

NON È LA FINE

Non credo di meritare il perdono.

Troppo dolore per i miei

passi storti.

Sono io l’inchiostro

da cancellare?

L’eco rimbomba nel mio

silenzio

sordo.

Un appello

nel vuoto.

Solo ora vedo

l’animo mio di cristallo.

Raccolgo le schegge.

Ricompongo il puzzle.

Il mio traguardo

è l’inizio.

Lorenzo Scarpa Danese, ISII “G. MARCONI” di PIACENZA, classe 1N
Referente: prof.ssa Stefania Bozzi


Pubblicata il 29 maggio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.