Scuola e lavoro

Scuola e lavoro, “Il futuro è dell’economia circolare”. Premiati 9 studenti piacentini

“Il tema dell’economia circolare è fondamentale perché disegna il futuro delle nostre realtà produttive: è quindi necessario parlare ai ragazzi degli istituti tecnici, ma anche a quelli dei licei, che si stanno preparando ad entrare in questo mondo”.

Così Mauro Monti, dirigente scolastico dell’ISIII G. Marconi di Piacenza, ha messo in luce l’importanza del convegno che si è tenuto nell’aula magna dell’istituto superiore nella mattinata di venerdì 11 ottobre. Un incontro partecipato, con relatori d’eccellenza, dal titolo “Economia Circolare. Best practice di oggi, scelte lungimiranti per il domani“, promosso dal Consolato provinciale dei Maestri del lavoro con il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, Regione Emilia Romagna, Comune e Provincia di Piacenza e sostenuto da Fondazione e Confindustria.

Presenti diversi industriali e manager del territorio, unitamente a numerosi studenti provenienti da otto istituti tecnici e professionali di Piacenza e provincia. Il convegno si pone infatti a conclusione dell’iniziativa “Una Stella per la scuola”, che ha coinvolto 2mila studenti di 117 classi terze, quarte e quinte, nelle quali sono stati trattati, nel corso di 51 incontri, diversi argomenti propedeutici all’inserimento nel mondo del lavoro, con tanto di visite a nove aziende del territorio: Cementirossi, Bolzoni, Iren, Nordmecanica, Safta, Saib, Motridal, Enel, Deenova.

E’ stata anche l’occasione per premiare i più meritevoli tra coloro che hanno partecipato al 14esimo concorso letterario – rivolto agli studenti delle quinte classi – incentrato su argomenti di attualità relativi ad un prossimo inserimento nel mondo del lavoro. Gli elaborati, prodotti in forma individuale dagli studenti, sono stati selezionati dai docenti che hanno poi proposto una rosa di finalisti; una successiva commissione ha assegnato nove incentivi di studio per un totale di 3050 euro.

“Con questa iniziativa – ha commentato Emilio Marani, console Provinciale dei M.d.L – avviciniamo i ragazzi al mondo dell’università e del lavoro in ogni modo possibile, con riscontri sempre molto positivi. Il convegno di oggi si interroga su un tema decisivo per il presente e il futuro delle nostre aziende: è fondamentale fare meno scarti, e per far ciò bisogna capire come produrne di meno”. Ma quali saranno i settori più interessati da questo cambio di paradigma? “Questo sarà un tema trasversale che riguarderà tutte le realtà produttive – ha voluto sottolineare ancora il preside Monti – l’idea dominante della mia generazione, dove si è sacrificato l’ambiente all’altare dello sviluppo, è destinata a cambiare. Oggi l’aspetto interessante è che l’economia circolare inizia a rientrare nell’interesse di una crescita economica globale”.

IL CONVEGNO


I lavori coordinati da Gaetano Rizzuto, sono iniziati con l’introduzione di Emilio Marani, console Provinciale dei M.d.L., seguiti dai saluti del sindaco e presidente della provincia di Piacenza Patrizia Barbieri, di Maurizio Bocedi dirigente ufficio scolastico Regionale di Parma e Piacenza e del dirigente scolastico Mauro Monti.

I TEMI E I RELATORI

Paola Gazzolo, Assessore dell’Ambiente dell’Emilia – Romagna. 
Titolo della relazione: Emilia-Romagna terra di economia circolare: il bilancio a 4 anni dall’approvazione della legge regionale 16

Giuseppe Conti, Amministratore SAIB di Fossadello. 
Titolo della Relazione: SAIB, la “ricetta della nonna” che punta all’innovazione.

Lisa Boni, responsabile pianificazione IREN Ambiente
. Titolo della relazione: Un modello industriale – dai rifiuti alle risorse.

Elena Ferrari, Amministratore Azienda Agricola Ferrari. 
Titolo della Relazione: L’azienda agricola “circolare” fra Smart Agricolture e Industry 4.0.

Alessandro Stragliati, Presidente Ecocircular. 
Titolo della Relazione: Plastica, petrolio eri, petrolio tornerai.

Francesco Timpano: Direttore Master Supply chain management e innovazione digitale, Professore ordinario Politica economica UNICATT. Titolo della Relazione: Gli strumenti finanziari per lo sviluppo sostenibile

Conclusioni a cura del MdL Elio Giovati, presidente nazionale Maestri del Lavoro d’Italia

ISTITUTI COINVOLTI NELL’INIZIATIVA

ISII “G. MARCONI”

Istituto Professionale “LEONARDO DA VINCI”

Istituto Tecnico Commerciale “G.D. ROMAGNOSI”

Istituto Tecnico per Geometri “A. TRAMELLO”

Istituto Agrario “G. RAINERI”

Il Polo scolastico MATTEI” di Fiorenzuola d’Arda

Istituto Professionale Commerciale “A. CASALI” di Castel San Giovanni

Istituto Tecnico A. VOLTA” di Borgonovo.

GLI STUDENTI PREMIATI ALLA 14ESIMA EDIZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO DEI MAESTRI DEL LAVORO

1° CLASSIFICATO – JACOPO MOCCHI (5BT Istituto Mattei)

1° CLASSIFICATO – MAURIZIA VENEZIANI (5SIA Istituto Romagnosi)

ALTRI STUDENTI PREMIATI

HAMIOUI TAREK (5G INF2 Istituto Marconi)

MICHEAL ROSARIO SCILIO (5A Ipsia)

JESSICA VENEZIANI (5SIA Istituto Romagnosi)

GIACOMO SOGNI (5B Istituto Volta)

MATILDE MANISCALCO (5A Istituto Casali)

ECCELLENZE

GIORGIO BERSANI (5B Istituto Mattei)

KAUR AMANDEEP (5A ITE Istituto Mattei)

Redazione del quotidiano on-line Piacenzasera - venerdì 11 ottobre 2019

Successo sul lavoro? Volontà, curiosità e spirito di gruppo

All’ISII Marconi imprenditori e Maestri del lavoro hanno trasmesso consigli sul futuro agli studenti delle superiori

Volontà, curiosità e spirito di gruppo. Tre caratteristiche essenziali affinché un giovane abbia successo nel mondo professionale. Lo ha dichiarato con certezza Emilio Marani, console provinciale dei Maestri del lavoro, durante il convegno “Economia circolare - Best practice di oggi, scelte lungimiranti per il domani” che si è tenuto ieri mattina nell’aula magna dell’ISII Marconi. La speranza, ovviamente, è stata quella di trasmettere alla folta platea di studenti partecipanti buoni consigli per il futuro imminente, per il capitolo di vita che si aprirà al termine delle scuole superiori.

"Le aziende, oggi, hanno bisogno di ragazzi capaci di collaborare e fortemente determinati - ha delineato Marani, per oltre quarant’anni dipendente della Safta -. Per accompagnarli verso questa crescita, abbiamo organizzato diverse iniziative di formazione per gli allievi, spaziando dal funzionamento delle ditte alla ricerca di occupazione, dall’etica lavorativa all’ambito finanziario ». L’appuntamento pubblico di ieri mattina - coordinato dal giornalista Gaetano Rizzuto (già direttore di Libertà) - ha coinvolto gli studenti di otto istituti tecnici e professionali di città e provincia, insieme a industriali e manager del territorio.

Queste tre ore di dialogo e confronto si sono poste a conclusione dell’iniziativa “Una Stella per la scuola”, cioè un percorso di formazione che nei mesi scorsi ha intercettato duemila giovani di 117 classi terze, quarte e quinte, in cui sono stati trattati - nel corso di 51 incontri - diversi argomenti propedeutici all’inserimento nel mondo del lavoro. Le classi, tra le altre cose, hanno visitato le aziende Cementirossi, Bolzoni, Iren, Nordmecanica, Safta, Saib, Motridal, Enel, Deenova.

Dopo l’introduzione di Marani e i saluti delle autorità locali, sono intervenuti l’assessore regionale all’ambiente Paola Gazzolo (Emilia-Romagna terra di economia circolare: il bilancio a quattro anni dall’approvazione della legge regionale 16), l’amministratore della Saib Giuseppe Conti a proposito dell’innovazione industriale, la responsabile di Iren Ambiente Lisa Boni sul modello di trasformazione dei rifiuti in risorse, l’amministratrice dell’Azienda Agricola Ferrari Elena Ferrari sulla “smart agricolture”, il presidente di Ecocircular Alessandro Stragliati sulla rigenerazione della plastica in petrolio, e il docente Francesco Timpano sugli strumenti finanziari per lo sviluppo sostenibile.

Andrea Bricchi, ceo della società Brian&Partners, ha condiviso con le nuove generazioni alcuni spunti: "In questo periodo storico, c’è grande attenzione per i temi della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare. Brian and partners sta costruendo, con Ecocircular, un sistema unico al mondo, con brevetti internazionali, che permette di riciclare materiali plastici, gomma e altri rifiuti organici e di sintesi, producendo combustibili come gasolio, gas naturale e polvere di carbone, senza alcuna emissione in atmosfera. Perché il tema non è salvare il mondo, ma migliorarlo". L’evento è stato promosso dal Consolato provinciale dei Maestri del lavoro con il patrocinio di Miur, Regione, Comune e Provincia e sostenuto da Fondazione e Confindustria.

Thomas Tremchi

Dal quotidiano Libertà - Sabato 12 ottobre 2019

maestri5

Il gruppo degli studenti premiati

maestri6

I relatori al convegno all’ISII Marconi

Borse di studio a nove bravissimi

Aspiranti reporter di guerra, esperti informatici e manager del futuro. I giovani premiati dai Maestri del lavoro di Piacenza hanno le idee chiare sulla carriera lavorativa da intraprendere nei prossimi anni. Ieri mattina intanto, nell’aula magna dell’ISII Marconi, hanno stretto fra le mani importanti borse di studio consegnate dal console provinciale Emilio Marani. Nove studenti, infatti, si sono distinti nella 14esima edizione del concorso letterario dei Maestri del lavoro rivolto alle classi quinte, invitate a riflettere su argomenti di attualità relativi a un prossimo inserimento nel mondo del lavoro.

Gli incentivi di studio sono stati assegnati per 250 euro ciascuno a Tarek Hamioui (Isii Marconi), Rosario Michael Scilio (Ipsia), Jessica Veneziani (Romagnosi), Giacomo Sogni (Volta), Matilde Maniscalco (Casali), 500 euro ai primi classificati Jacopo Mocchi (Mattei) e Maurizia Veneziani (Romagnosi) e 400 euro alle eccellenze Giorgio Bersani e Kaur Amandeep, entrambi dell’istituto Mattei.

"Mi spaventa la sufficienza con cui vengono trattati i giovani nel mondo del lavoro - ha confessato la 19enne Veneziani -, ma spero di ritagliarmi presto il mio spazio". Per Maniscalco, 21 anni, questo premio ha il sapore della rivincita: "Dopo che ho perso due anni di scuola per motivi personali, il mio sforzo è stato riconosciuto". E il coetaneo Mocchi, aspirante reporter di guerra, ha ammesso: "Spenderò questi 500 euro per comprare parecchi libri".

_TT

Dal quotidiano Libertà - Sabato 12 ottobre 2019

 A seguire alcune immagini del convegno

maestri1

maestri2

maestri3

maestri4


Pubblicata il 11 ottobre 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.