Video Conferenza ISIIGroup

Nonostante la sospensione delle attività didattiche in presenza, la formazione dei futuri periti meccanici continua anche online. Le lavorazioni meccaniche si evolvono a gran velocità ed è necessario che chi si approccia al mondo del lavoro abbia una panoramica dei settori di applicazione delle proprie conoscenze e dei livelli di tecnologia raggiunti oggigiorno. Per questo l’Istituto, con la collaborazione di ISIIGroup, l’associazione degli ex-Allievi del Marconi presieduta dal prof. Maurizio Pavesi, permette ai futuri diplomati di farsi un’idea del mondo del lavoro approfittando delle esperienze e conoscenze di tecnici e ingegneri che hanno già seguito lo stesso percorso.

Nell’ambito di questo progetto, che ha già visto incontri di formazione negli anni precedenti, venerdì 8 maggio le classi 5N e 5O hanno visto in cattedra-streaming un ex-allievo dell’ISII Marconi, Gianluca Andrina: come Direttore Commerciale di BFT Burzoni ha illustrato ai ragazzi i principi fondamentali delle lavorazioni meccaniche. BFT Burzoni si occupa dal 1974 di commercializzare utensili per tutte le esigenze, sempre alla ricerca della migliore soluzione per ogni cliente.

andrina

Andrina ha illustrato i principali tipi di utensili e i loro sistemi di classificazione, spiegando come materiali da lavorare, geometrie degli inserti e leghe utilizzate per produrli siano determinanti per ottenere una lavorazione di qualità ma anche efficiente ed economicamente sostenibile. Molto spesso una ben studiata strategia aziendale che permetta di essere competitivi si basa sulla scelta dei metodi di lavorazione, delle macchine e degli utensili: questo aspetto risulta talvolta anche più determinante della precedente fase di progettazione, ed è per questo che un buon perito meccanico deve conoscere ciò che di più nuovo ed efficiente la tecnologia mette a nostra disposizione.

Andrina ha concluso l’incontro, cui ne seguirà un secondo venerdì 15 maggio, citando Darwin: “Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti”; specialmente in questo periodo di crisi è importante che i nuovi periti mantengano aperti i propri orizzonti cercando o addirittura creando le possibilità di lavoro anche al di fuori dello specifico campo dei propri studi, e che si mantengano sempre aggiornati sulle novità tecnologiche per rimanere competitivi sul mercato del lavoro.

Pubblicata il 09 maggio 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.